mercoledì 18 luglio 2012

Ehilà! Ciao a tutti!


Ciao a tutti! Mi sono iscritto solo ora ma è da un bel po' di mesi che vi seguo.
Leggo (e colleziono) MM da quasi quattro anni ma ho già un'ottima collezione (mi mancano solo i primi numeri).
Finalmente ho qualcuno con cui parlare del mio fumetto preferito!  

Il 17 Luglio 2006, ore 10:43, nasceva MaxBrody. E la mia vita cambiava per sempre.
Alle 10:52 dello stesso giorno, MaxBrody si presentava al mondo. Pareva garbato, un po' tontolone forse, diciamo pure sfigatello, d'altronde nei primi tempi inseriva "ehm ehm" in ogni post, spacciandosi per una pallida imitazione del personaggio suo omonimo (personaggio che all'epoca era di fatto un suo sosia).
A dare il benvenuto a quel diciottenne fresco di diploma (ritirato due giorni prima) sul forum di Martin Mystère solo 4 utenti. Di questi, due risultano oggi cancellati, un terzo traslocò quasi subito da Brad Barron, col quarto ci si frequenta tuttora (è assieme a lui che quel pavido utente introdotto a inizio post oggi comanda il forum Agarthi), ma nè io nè lui abbiamo ancora deciso cosa fare da grandi, sicchè proseguiamo con la nostra relazione a distanza, la quale, come tutte le relazioni a distanza, è ambigua e piena di tira e molla. Ci sposeremo un giorno? Riusciremo a coronare il nostro sogno di fare i piloti in Amazzonia (o meglio, lui il pilota e io il navigatore)? O saremo risucchiati nel vortice della disoccupazione e finiremo vittime dell'atarassia voluta dalla nostra società?

Quante domande, quanti quesiti, quante questioni irrisolte, quanti dubbi amletici (nonchè otellici)! E pensare che nel 2006 era già tanto se mi chiedevo quanti minuti avrei studiato il giorno dopo.

Mamma mia quante cose sono cambiate da allora. Mike Bongiorno, che pareva immortale, è morto. Michael Jackson, che tutti disprezzavano, è più amato di Elvis (in quanto morto). Andreotti, che tutti amavano e disprezzavano al contempo, è amato e disprezzato al contempo. Ed è vivo. Però s'è preso un malanno, di recente, segno che gli anni cominciano a farsi sentire...

Ok, nel mondo è cambiato poco altro.
Però sono cambiato io.
Sono maturato.

Forse troppo, forse poco, non lo so. Il Manuale della Crescita dice che devo mangiare sano e fare attività fisica, ma con la scusa della vista sempre più appannata leggo solo "mangiare" e "fisica", e questa seconda la associo d'istinto alla quantistica. Insomma, si fa quel che si può.
MaxBrody, sempre più burbero e lunatico, continua ad essere sempre lui. Sempre megalomane, al punto di parlare ancora di sè in terza persona come Giulio Cesare. Sempre a raccontare 'sto aneddoto di Giulio Cesare che ormai ha propinato a gente di ogni latitudine. Sempre con la voglia di dire minchiate a ruota libera e di piangersi addosso due minuti dopo. Sempre indignato e senza peli sulla lingua e accomondante e perbenino due minuti dopo. Sempre spigliato e goffo due minuti dopo. Sempre con l'orologio avanti di due minuti.

Sono due anni che pondero di cambiare nickname, di abbandonare forums e quant'altro, ma sono ancora qui.
MaxBrody, con i suoi 8901 messaggi su Forumfree, cui si aggiungono i 153 su Comicus, i 363 sulla Tana del Sollazzo e svariate capatine su blogs e mailing lists assortite, tira avanti.
Poco poco, piano piano, con garbo e una umiltà che rasenta la sfigataggine (o viceversa, se preferite). Vorrebbe importunare molto di più, ma l'atarassia che permea la nostra società è un'attrattiva mica male.
D'altronde poche ragazze da queste parti.

E' il 18 Luglio 2012, sono le 19:40.
Uhm. Urge che la mia vita cambi per sempre di nuovo, mi sa.
Vabbè, intanto cambio l'avatar.

7 commenti:

Tyrrel ha detto...

Ma auguri Max!!!

Però che è 'sta storia del cambio di nick e degli abbandoni?! Non si azzardi, eh!

MaxBrody ha detto...

La ringrazio, egregio Tyrrel!
Non mi azzardo, non si preoccupi! (non ho il coraggio di Zardoz, io :| )

Mi riferisco al cambio di nick. Riguardo agli abbandoni, beh, sicuramente rimango sul Sollazzo (che mi diverte) e su Agarthi (che però vorrei affidare a qualcun altro, ma non so a chi) e continuo a leggere Comicus (dove comunque intervengo pochissimo). Ho già sfoltito un forum di depressi che ho frequenticchiato negli ultimi due anni e che ormai è sfociato nella paranoia, e questo blog che, com'è noto, non mi stuzzica più. E che tuttavia non riesco ad abbandonare, diciamo che me lo tengo buono per eventuali ripensamenti o autocelebrazioni in cui dirmi che sono bravo e bello (chi fa da sè fa per tre! :P ). Invece il Nathan Never Forum mi è un po' scaduto e già da un po' ne ho preso le distanze, ma continuo a leggiucchiarlo. La sfida che mi faccio è leggiucchiarlo sempre meno: è un peccato, lo frequento da anni e ci sono un po' affezionato, ma d'altronde quando si nuota e ci si sente lo stesso pesci fuor d'acqua meglio tornare in spiaggia.

Lario3 ha detto...

Augurissimi!!!

Una ricordo pure per l'errabonda bara di Mike.

Grazie mille per il bel commento, CIAO!!!

MaxBrody ha detto...

Sarà sempre nei nostri cuori (o cervelli, visto che la ricordiamo)

Grazie a te! :)

(e così gli autori famosi che visitano il mio piccolo blog sono già due... urge una giacobbiana trasecolata)

Alessandro Oresti ha detto...

credo di aver capito chi sia quel qualcuno con cui dividi i poteri ad agarthi! :D
fra i nomi illustri che hai citato come esempi di cambiamento durante gli ultimi anni, sarebbe stato bello metterci anche un altro "immortale": sergio bonelli.

mi è piaciuto molto questo tuo post, non soltanto perchè è un post che avrei voluto scrivere anch'io (riferito a me, s'intende), ma anche perchè con te condivido una serie di sensazioni: l'idea di cambiare nick io l'ho attuata per davvero (finendo per usare il mio vero nome), perchè volevo che ci fosse un segno evidente del cambiamento che percepivo nella mia personalità, nelle mie idee, nel mio modo di rapportarmi al mondo.
purtroppo questa mia scelta non è stata molto apprezzata all'interno del nathan never forum, pippo20 era forse più facile da "attaccare" e da "canzonare", lo dico pure con una punta di amarezza.
è per questo che adesso anch'io frequento molto meno quella comunità, e sto valutando come te di abbandonarla del tutto, magari limitandomi a qualche visita ogni tanto.
ma non è una scelta facile arrischiarsi ad abbandonare del tutto una "piazza virtuale", lo so bene in quanto in passato ho già abbandonato i 2 forum di tex e i 2 di zagor, vuoi per un calo di interesse verso i personaggi, vuoi perchè appunto non mi riconoscevo più nella filosofia dominante di quei forum.
è anche per questo che tendo a "tirarla lunga" sugli abbandoni, come amava fare sergione con le serie a fumetti, prolungando ad esempio mister no anche dopo la chiusura della serie, per rendere l'addio meno traumatico.
ma poi il fatto che ci sia stata una "FINE" ti fa capire che non si può continuare sempre, talvolta nel ritornare si scopre che tante cose non sono più come prima.
quello che conta, ad ogni modo, è poter "salvare" sempre l'amicizia (virtuale, ma sempre tale è) con il singolo utente, quello che si ricorda di te anche al di fuori del "contesto ufficiale", come quel compagno di classe che ti passa a trovare a casa anche dopo che le lezioni sono finite.
l'importanza che tu dai ad agarthi io, nella mia esperienza, simile alla tua ma fatta di nomi diversi, la do al brendon forum, e forse tu puoi già intuire chi sia il mio mentore!

chiedo scusa se ho parlato troppo di me in questo commento, ma mi è servito ad apprezzare meglio il tuo pensiero, anche se non si direbbe, c'è sempre più bisogno di qualcuno con cui condividere idee e speranze.

Alessandro Oresti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MaxBrody ha detto...

Ciao Alessandro/fu Pippo, effettivamente non è semplice dimenticare il tuo vecchio nick. Ti calzava alla perfezione :)

Credo di aver capito chi sia il tuo mentore: in effetti ho "abbandonato" anche lui. Anche in quel caso, nessuna cattiveria, ma semplice cambio generazionale.
Ma si cambia mai davvero? Direi di no, e nel mio caso il prossimo post lo dimostrerà. :P

In quel post c'entrerà, in qualche modo, anche Sergio Bonelli. Che non ho dimenticato: è che mi sembra che ancora "viva tra noi" (per citare il titolo di un numero di un fumetto da lui pubblicato, anch'esso connesso al prossimo post). :)