giovedì 7 gennaio 2010

E l'Epifania tutte le feste si porta via

Finchè San Benedetto non si fa vivo col suo sacchetto, non c'è sta trippa per gatti. E' inutile piangere sul latte versato. Chi è causa del suo mal pianga se stesso. Del resto, chi semina vento raccoglie tempesta. Certo, di Pasqua Epifania il vento se ne va via. Sicchè quando canta il merlo siamo fuori dall'inverno. Ma San Giovanni non vuole inganni: Aprile dolce dormire, sì; e di Maggio si dorme per assaggio, ok. Ma Marzo pazzerello, guardi il sole e prendi l'ombrello: pioggia marzolina dura dalla sera alla mattina.
Per cui, o nelle palme o nelle uova: quando canta il cucco si dorme dappertutto. Ma chi dorme non piglia pesci. Però va a ciapà i muschi per lasà 'nda i tavan. Anche perchè l'olivo benedetto vuol trovar pulito e netto. Tsk! Tsk! Chi ha cattivo padron, mutar lo può (quando canta il ghirlingò). Perciò delle calende non me ne curo, purchè a San Paolo non faccia scuro. (Si sa, se Sant'Antonio fa il ponte, San Paolo lo rompe). Siccome, però, non c'è sabato santo al mondo che il cerchio della luna non sia tondo, anche se Santa Madalena l'acqua se la mena, ogni legno ha il suo tarlo: la notte porta consiglio. Il bastone è muto ma insegna molto bene. Così, se piove per San Barnabà, l'uva se ne va e i padri, che l'han mangiata acerba, e i denti dei figli si son allagati. Dopotutto, ogni botte da il vino che ha. Ma chi non risica non rosica, e la pietà consola anche quando non da sollievo. 'Saremo tutti onesti, saremo tutti buoni', dicono i manifesti in tempi di elezioni. E poi, quando arriva la gloria, svanisce la memoria. Ma giacca, cravatta e stirato pantalone non migliorano le persone. Anche il mare ha bisogno dei ruscelli, o finirebbe asciutto senza quelli. Per cui non si può cantare e portare una croce: quando hai acqua alla gola, in alto la testa! Chi non vuole imparare a scrivere col manico della penna, impari col manico della vanga: son braccia rubate all'agricoltura.

3 commenti:

Colei che... ha detto...

Non c'entra praticamente nulla con il post, ma mi sono ricordata che apprezzi Eco... Io vado ogni tanto sul sito dell'Espresso per leggere le sue opinioni, e ho pensato che se non sapevi dell'esistenza di questo piccolo spazio virtuale di Eco forse ti avrebbe fatto piacere. :P

Ecco il link: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/sbatti-il-mostro-su-dieci-pagine/2119001/18

MaxBrody ha detto...

Sapevo, sapevo... grazie, comunque: mi hai ricordato che era un mesetto che non leggevo le argute osservazioni del Professore!

Tyrrel ha detto...

Hai dimenticato "Cucù! Cucù! Aprile non c'è più! E' ritornato Maggio al canto del Cucù!" e "Trenta giorni a Novembre con April, Giugno e Settembre. Di ventotto ce n'è uno, tutti gli altri son trentuno". :P