mercoledì 23 luglio 2008

Ma, secondo voi....

Buongiorno da Milano. Secondo voi, il libro di Paolo Del Debbio è un libro che merita una lettura?

Secondo noi, no. Il programma tv ci basta e avanza.

Poi, per carità, magari è un volume profondissimo e portatore di una visione anche condivisibile del Mondo, ma....



....ma no, dai, è Secondo Voi. Il programma più inutile dell'intero palinsesto televisivo (anche se Sottovoce è lì lì che preme per surclassarlo):
Del Debbio propone un tema scottante inerente l'attualità (quindi, o sono i giovani che si drogano, o sono le tasse troppo alte [ma ora c'è il nuovo governo, quindi questo tema decade], o è l'allarme extra-comunitari [sicuramente ladri, assassini e stupratori].

Del Debbio lancia il primo troncone di interviste, da Milano (il fulcro del Mondo...lo sappiamo, per Italia1 Milano è Agarthi).


Una ragazza giovane fa la domanda. Alcune persone rispondono. Fra queste ci sono per certo:
-una signora di terza età, secondo la quale questi giovani d'oggi non hanno più valori;
-un giovane che fa sicuramente l'università, che è d'accordo, ma pensa che si debba aiutare i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro;
-una giovane che fa sicuramente un lavoro part-time che non è d'accordo (infatti farà per sempre un lavoro part-time);
-un uomo calvo col pizzetto che indossa un maglione (anche a Luglio), che non sa bene cosa pensare, ma forse è d'accordo;
-una mamma con passeggino, che si incavola e si lamenta che dai, non si può più neanche uscire la sera che uno deve avere paura;
-un sessantenne che tifa il Milan che è ovviamente d'accordo e sputacchia qua e là.


Quindi si torna in studio. Il sempre aggiornato Del debbio mostra tre o quattro statistiche risalenti al 2005, massimo 2006 (quando io, per capirci, andavo ancora a scuola) e ripete quanto scritto in sovraimpressione. Lo fa per i non-vedenti, che credete. Poi accresce la suspance prendendosela con le istituzioni, ma prima lancia la seconda tranche di interviste.


Qui va a rotazione. A seconda del giorno, siamo a Piacenza, Bologna, Roma, Napoli o Lecce. Ogni tanto sbuca Mantova, per far vedere che c'è anche altro, in Italia.

Un'altra ragazza giovane che fa la domanda.


Rispondono, se al centro-nord:gli stessi di prima (attenzione:a Bologna il giovane universitario sarà anche visibilmente comunista).
Se al sud:
-una signora di terza età, che parla solo in dialetto ma si capisce che è d'accordo;
-una giovane ragazza prosperosa, che è contro, essendo a favore dell'uguaglianza dei popoli, tranne per quei rom, che rapiscono i bambini e dovrebbero essere spostati dove volete, ma via da lì;
-un ragazzo giovane, che però non è detto che faccia l'università (anzi, è quasi certo), che è contro il governo, ma la legge dovrebbe essere uguale per tutti;
-un uomo muscoloso, col tatuaggio del Che, che dice che uno è buono e caro, ma poi a un certo punto, a uno je girano pure;
-due quarantenni appena uscite dal parrucchiere...una pensa di sì, l'altra fa "ciao" con la manina e ride.


Del Debbio, quindi, può affermare che in Italia la pensano tutti allo stesso modo, solo che non dobbiamo essere noi a preoccuparci, ma sono le Istituzioni che dovrebbero farsi carico della salvaguardia dei cittadini (questo lo dice anche se il tema era "Voi vi rifareste i talloni?").


Detto questo, a voi piena libertà di scelta. Io quasi quasi lo compro, anche perchè a me Del Debbio piace molto.

4 commenti:

fancyawalk? ha detto...

ignoro del tutto l'argomento e (con vocetta isterica, immaginala...) domando: ERI A MILANOOOOO???
.................

ok, fine della scenata.
scopro con piacere il tuo blog, credo avrai un'altra lettrice interessata e divertita (come sempre!)

MaxBrody ha detto...

no, che non ero a Milano... non hai capito nulla, uff! :P

Vabè, ti perdono giusto perchè ti sei prestata a leggere i miei simpatici elaborati. Torna spesso!

fancyawalk? ha detto...

vale la scusa che erano le 4 del mattino, che era una settimana che non dormivo, che, appunto, quella scorsa è stata la settimana più pesante dell'anno, ecc?
oppure devo proprio ammettere che sono una rimbambita cronica e che sto invecchiando male?

ho riletto. ho capito.
certo che ci ripasso di qua!!!

luttazzi4ever ha detto...

Uomo...ma lo sai che quando ho visto la pubblicità del libro di Del'lidiota mi son messo a ridere...

anche se ci sarebbe da piangere...ci sarà pure gente che se lo compra! Che tristezza!